Storie...

Categoria: Gente di Montefino
Pubblicato Lunedì, 14 Aprile 2014 16:07
Scritto da rossano
Visite: 1895

 

 

 

ARRIVANO I RICONOSCIMENTI

 

 

 

A little Market è una piattaforma di e-commerce del fatto a mano e dell'artigianato in cui ho inserito alcune creazioni, con il marchio Shiprò. Il 22 aprile questo negozio online ha dato vita a una sfida che ha visto protagoniste le fotografie degli stands dei membri del sito, proponendo a ciascuno di esprimere a quali dei valori di A little Market rispondesse la propria bancarella.

Le foto caricate su facebook sono rimaste online per 8 giorni durante i quali gli utenti hanno potuto votare uno tra i 2 vincitori previsti dal concorso.

E' il caso di Cecilia Faraone, la vincitrice social del concorso. Il mio caso è invece quello del vincitore selezionato da A little Market, in base ad una votazione interna al team. Entrambe abbiamo vinto una gift card del valore di euro 100 da consumare all'interno dell'e-commerce.

Ho accompagnato la foto della mia bancarella con un breve testo in cui riassumo l'essenza di Shiprò: "L'utilizzo dei materiali poveri nella creazione di miei gioielli viene ripreso anche nell'allestimento. Per questo credo che i valori di Semplicità e Autenticità siano ben rappresentati dai miei espositori in cartone, sughero, bastoncini di legno...assemblati tra loro con le mie mani e con la stessa cura che riservo ai miei gioielli".

E' stata per me una bella soddisfazione perchè ho visto riconosciuto da una "giuria tecnica" l'impegno che riservo non solo ai gioielli ma anche al dettaglio dell'esposizione

 

 

 

Nel nostro amato paese viviamo un momento di profondo smarrimento per la precaria situazione economica  !

E la parola e' sempre la stessa non c'e' lavoro !

Questo maledetto lavoro che non si trova tormenta esistenze mina la serenita' , di generazioni.

Racconto una storia di una ragazza che abbiamo visto crescere , si chiama Ilaria Pompei che al momento come   passione   vende ai mercatini al momento solo hobby ma domani non si sa'.

Cosa ha di particolare , direi molto   nel provare c'e' sempre tanto ,  

 

Mentre c'e' sempre vuoto  nel piangersi addosso....

 

 

 

 

Come nasce l'idea di fare dei mercatini

 

Mi sono laureata in Disegno Industriale e Ambientale a dicembre e sono intenzionata a continuare gli studi ma i corsi iniziano a settembre.

Ho pensato quindi di passare il tempo e cercare di guadagnare qualcosina nell'attesa, sfruttando la mia passione per l'handmade e per il riciclo.

 Il mercatino permette sia di poter mettere in mostra le proprie creazioni senza problemi burocratici,visto che figuro come hobbista, sia di farsi conoscere.

 

Cosa vendi in particolare?

 

La mia è una ricerca nel campo del gioiello contemporaneo mossa dall'idea di poter trasformare materiali di scarto in ornamenti della persona che allo stesso tempo possano definirsi gioielli nonostante l'utilizzo di materiali poveri, attuando così il processo di Upcycling. Nell'ottica dell'upcycling, ciò che fino a ieri consideravamo spazzatura diventa una risorsa da cui si può trarre qualche tipo di profitto e che idealmente dovrebbe portare un giorno a eliminare il concetto di "rifiuto"

 

Quanto si riesce a guadagnare mediamente?

 

Questa domanda mi ha fatto fare grasse risate....perchè quella a Civitella è stata la mia prima esposizione e non ho venduto nulla!C'è da dire che il periodo e la società in generale non sono affatto a favore degli artigiani e dell'arte.

Però io sono convinta che bisogna farsi conoscere e diffondere le proprie creazioni in modo da trovare prima o poi il giusto mercato,perchè di gente che apprezza l'arte ce n'è....bisogna solo riuscire a scovarla!

 

Cosa ti piace di questo lavoro

 

Io amo creare...non faccio altro che accumulare roba che per altri risulta inutile immaginando già cosa potrebbe diventare! Adoro impegnare le mie giornate con le mani in pasta in qualche nuovo progetto....e non parlo solo di gioielli!Mi piace arrivare a fine giornata ed essere soddisfatta del mio lavoro...di aver dato vita a qualcosa, e soprattutto di averlo fatto a spese zero,da materiali che altrimenti sarebbero andati buttati!

 

 

A tutti i ragazzi anche a quelli di Montefino demoralizzati per mancanza di lavoro cosa vuoi dire?

 

eh....cosa dire! Io sono un' eterna ottimista alla sua prima esperienza lavorativa dopo gli studi! Sono convinta che di questi tempi le scelte siano 2: abbandonare l'Italia che purtroppo ha poco da offrire ai giovani, oppure reinventarsi e cercare di creare un lavoro nuovo! Io amo l'artigianato e penso che sia un peccato che gli artisti non possano manifestare le loro abilità in questo paese, quindi voglio fare un tentativo quì perchè l'idea di fuggire senza aver tentato, non mi piace affatto! So che è difficile affermarsi, ma non impossibile....e non sono una ragazza che si demoralizza facilmente!

E poi....se ci sono ragazzi appassionati come me per l'artigianato, direi loro che l'unione fa la forza e che creare da materiali poveri porta via solo tempo, quindi se si è senza lavoro,non c'è nulla da perdere ma solo la speranza che le proprie abilità vengano apprezzate e ripagate...prima o poi!

 

    Per chiudere questa reve chiacchierata un bravo venditore deve ?

 

Anche questa mi fa sorridere, perchè io non mi reputo affatto una brava venditrice! Però credo che il segreto di una buona vendita, oltre alla qualità del prodotto, risieda nella qualità della pubblicità!

Per quanto riguarda la bancarella, io ho puntato molto sull'allestimento...perchè ci tengo a presentare le mie creazioni nel modo giusto, curando i minimi dettagli, dalla tovaglia....al nastro dei pacchetti!

E credo che questo venga apprezzato! Infatti, nonostante non abbia venduto nulla, ho ricevuto molti complimenti non solo per le creazioni, ma anche per il modo in cui le ho esposte! Quindi ho raggiunto il mio primo obiettivo....lasciare un segno!

 

 

Questo sito fa uso di Cookies per migliorare la navigabilità. Continuando nella navigazione accetti l'utilizzo di tali Cookies. L'operazione è comunque reversibile: per saperne di più puoi approfondire l'argomento cliccando maggiori informazioni.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information